Foglie

Foglie

Profughi e rifugiati,

esiliati e immigrati

da chimere

non fanno rumore

neanche quando

nei silenzi interrotti

dai singhiozzi,

cadono

come foglie d’autunno

sul tappeto di petali

di rosa bianca,

unico giaciglio

su cui accartocciarsi.

Poesia scritta da Massimo Romano

il 9 Ottobre 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...