La corte

La corte

Solo,

circondato dall’afa del meriggio

al bianco sole della corte,

calzo i calzoni corti

alle ginocchia sbucciate

a rincorrere le lucertole spaventate,

accovacciato all’ombra dei muri

rinfresco l’arsura

con la verde granita

e mentre osservo da dentro

quello che l’arco da fuori trapassa,

il mio cuore si stringe.

.

.

.

.

© copyright 2020

https://poesiedaltrerime.com/

All rights reserved

Poesia scritta da Massimo Romano il 26 giugno 2020